Contenuto principale

Raffaella Di Marzio 

Internet e tecnologia nei riti e nelle credenze del mondo religioso-spirituale del ventunesimo secolo

Giornata di Studio promossa dalla Società Italiana di Psicologia della Religione e dal Centro per lo Studio della Scienza, della Società e della Cittadinanza

Roma 4 Aprile 2009 
 
Tema: Religiosità e Nuove Tecnologie: Psicologia e Religione nell’era della Rivoluzione Tecnologica 


 Abstract


Questo contributo prende in esame le modalità di interrelazione tra internet, tecnologia ed esperienza religiosa. Il ruolo di Internet nel creare, potenziare e diffondere forme di esperienza religiosa “vecchie” e “nuove” si intreccia con il diffondersi di forme religiose tecnologiche nelle quali la tecnologia stessa diventa pratica religiosa e assume caratteristiche “tecnospirituali”.  In questo contesto saranno presentate alcune esemplificazioni del fenomeno così come si manifesta in alcune aggregazioni religioso-spirituali.

Il primo caso è quello delle associazioni finalizzate a sperimentare la “transcomunicazione con entità invisibili” all’interno delle quali si ritiene di poter comunicare con spiriti, persone defunte, angeli, personaggi famosi vissuti nel passato utilizzando mezzi tecnologici: telefono, computer, radio, registratore o apparecchiature appositamente predisposte.

Il secondo caso è quello della Chiesa di Scientology, un Nuovo Movimento Religioso controverso e internazionalmente noto all’interno del quale la tecnologia, in generale, e l’uso dell’e-meter (elettropsicometro), nello specifico, diventano pratica spirituale, rito e dottrina religiosa.

Il terzo caso è quello della Religione Raeliana - salita agli onori della cronaca dopo aver annunciato la prima clonazione umana: Eva - secondo la quale il compito dell'uomo è quello di prendere in mano la tecnologia che regge la sua vita, giunta da mondi extraterrestri, e sfruttarne tutte le potenzialità.

Il contributo intende anche stimolare il dibattito e la ricerca sul significato psicologico che queste forme di esperienza religiosa hanno e su quali bisogni individuali e sociali soddisfino. 


Programma del Convegno