Contenuto principale

Tratto da novefirenze.it

 

16 febbraio 2012

A Fiesole (Firenze), nel convento dei frati francescani, si è spenta la triste storia terrena dell'ex parroco Lelio Cantini, sacerdote ridotto allo stato laicale nel 2008 dopo essere stato riconosciuto colpevole di "abuso plurimo e aggravato nei confronti di minori" da parte della Congregazione per la dottrina della fede.

I reati sono stati denunciati quando erano già prescritti e dunque non si è potuto procedere all'iter processuale pervenendo così all'archiviazione su richiesta dei pm fiorentini. Don Lelio Cantini, è stato parroco della chiesa della Regina della Pace di Rifredi.

"Abusi sessuali ai danni di bambini dai 10 ai 17 anni perpetrati per circa 20 anni" - questo scriveva il pm fiorentino Paolo Canessa nella richiesta di archiviazione dell'inchiesta, poi accolta dal gip.

Continua sul Sito