Contenuto principale

Tratto da http://www.lavocedelpopolo.it/index_dettagli.php?get_id=10217

"Presso la località Fontanelle venga valorizzato e custodito un culto unicamente mariano e battesimale: pertanto deve essere escluso qualsiasi riferimento ad apparizioni, messaggi, o altri fenomeni di presunta soprannaturale". Di seguito il integrale del Direttorio firmato dal vescovo Monari in data 1 luglio 2013

 

Il Vescovo di Brescia, mons. Luciano Monari, preso atto degli interventi compiuti dai suoi Predecessori e delle istruzioni date dalla S. Sede circa le c.d. apparizioni della Madonna in Montichiari, nonché della recente Lettera della Congregazione per la Dottrina della Fede del 13 novembre 2012, con il presente direttorio intende regolare in modo definitivo il culto in località Fontanelle e dare adeguata assistenza ai pellegrini che in questo luogo giungono da diverse parti d’Italia e dall’estero. 
Monari constatata la non ottemperanza in più punti delle norme già contenute nei precedenti direttori (2001 e 2008), chiede ora all'Associazione Rosa Mistica - Fontanelle e a tutti i fedeli di accogliere con docilità, obbedienza, e spirito di fede le norme vincolanti proposte nel presente Direttorio. 

NORME
1 – Il culto mariano, che da sempre è stato coltivato e raccomandato nella vita della Chiesa, va proposto e praticato in conformità del Magistero della Chiesa e particolarmente del cap. VIII della costituzione conciliare Lumen Gentium e l’esortazione apostolica Marialis Cultus del Papa Paolo VI. 
2 – Presso la località Fontanelle venga valorizzato e custodito un culto unicamente mariano e battesimale: pertanto deve essere escluso qualsiasi riferimento ad apparizioni, messaggi, o altri fenomeni di presunta natura soprannaturale, che possano anche solo indirettamente indurre i fedeli a ritenere che il giudizio della Chiesa circa le c.d. apparizioni o altri fenomeni straordinari in località Fontanelle, nel tempo, sia stato modificato in senso positivo da parte della Santa Sede. 
La ricchezza simbolica e storica dell'antico titolo mariano di Rosa Mystica non può ovviamente essere messo in discussione e può essere pertanto mantenuto.
3 – L’esercizio del culto in località Fontanelle di Montichiari è sottoposto unicamente all’autorità del Vescovo diocesano.
Allo scopo di rendere più efficace la custodia e la vigilanza sul culto secondo quanto stabilito nel presente direttorio, il Vescovo nomina un proprio Delegato vescovile, il quale potrà avvalersi della collaborazione in loco di un presbitero con speciali compiti di moderatore del culto e di amministratore, stabiliti nel presente direttorio all'art. 4.
Sarà cura del Delegato vescovile e del suo eventuale collaboratore agire d'intesa con il Parroco pro tempore della Parrocchia S. Maria Assunta di Montichiari, per tutto ciò che concerne una armonica azione pastorale tra le funzioni religiose della Parrocchia e quelle del culto mariano presso le Fontanelle. 
Il Delegato vescovile ogni sei mesi presenterà al Vescovo una relazione scritta sulla situazione del culto mariano in località Fontanelle, dal punto di vista pastorale e patrimoniale, in base alle norme del Direttorio.
4 – In modo particolare il Delegato vescovile, avvalendosi dell'eventuale collaborazione del Presbitero moderatore e amministratore in loco, avrà i seguenti compiti:
- moderare il culto mariano, mantenendo la ricchezza simbolica e storica dell'antico titolo 'Rosa Mystica', e promuovendo una spiritualità battesimale e mariana che escluda riferimenti ad apparizioni o altri fenomeni soprannaturali;
- curare l’osservanza delle norme canoniche circa la celebrazione e la custodia dell’Eucaristia;
- predisporre la fissazione di orari e calendari delle celebrazioni eucaristiche e degli altri atti di culto o pii esercizi;
- garantire la possibilità di accedere al sacramento della riconciliazione, secondo le modalità e orari più opportuni;
- moderare la raccolta e la registrazione delle intenzioni dei fedeli per la celebrazione delle ss. Messe, secondo le modalità concordate; 
- moderare la raccolta e la registrazione delle eventuali offerte da parte dei fedeli;
- regolare i risvolti patrimoniali e civilistici legati ai luoghi di culto nel modo più opportuno, in funzione di garantire l'osservanza delle presenti disposizioni circa il culto;
- curare il ritiro dalla diffusione con qualunque mezzo (anche informatico) di pubblicazioni o riviste che diffondano un culto mariano non pienamente in sintonia con il presente Direttorio;
- correggere accuratamente ogni errore dottrinale dai testi di preghiera ivi diffusi, sopratutto quelli che valorizzano o conferiscono autorevolezza alle dichiarazioni della Sig.na Pierina Gilli.
5 – L’Associazione Rosa Mistica-Fontanelle per continuare ad operare deve modificare quanto prima il suo statuto, in armonia con le indicazioni del presente Direttorio, precisando le finalità, i componenti del consiglio direttivo e l’amministrazione dei beni. Conseguentemente anche la redazione della Rivista e la sua diffusione a mezzo postale, in abbonamento, e a mezzo informatico, dovrà essere quanto prima riconsiderata alla luce di quanto stabilito all'art. 4. 
6 – La piena fedeltà a queste norme è la condizione richiesta perché possa essere mantenuto il culto alla Madonna in località Fontanelle.