Contenuto principale

11 Dicembre 2012 - La Francia restituisce ai Testimoni di Geova le imposte riscosse illegalmente dopo una causa lunga 15 anni.

Dopo una battaglia legale durata 15 anni la Francia deve restituire ai Testimoni di Geova 6,373,987.31 di euro. 

Nel 1998 lo Stato aveva imposto alla congregazione  che le offerte ricevute dovevano essere sottoposte a una tassa retroattiva del 60%.

La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha ritenuto la Francia colpevole di violazione della libertà religiosa dei Testimoni di Geova che, per pagare questa tassa, avrebbero corso il rischio di sciogliere la loro associazione. 

La Corte Europea ha ritenuto che l'imposta era illegale e il governo francese dovrà restituire la somma più gli interessi e le spese sostenute per il processo.