Contenuto principale

La prima parte di uno studio sulla Chiesa di Scientology pubblicato dalla Rivista "La Salette". Lo studio, che si articola in tre parti, esamina le linee generali della storia, della dottrina e della struttura dell'organizzazione di Hubbard.



PARTE PRIMA: IN PRINCIPIO ERA DIANETICS

di Raffaella Di Marzio


 

Introduzione

Lafayette Ronald Hubbard (1911-1986) scrittore di racconti popolari e di fantascienza, a un certo punto della sua attività comincia a interessarsi della mente umana e del suo funzionamento. Nel 1950 le sue " ricerche" sono pubblicate in Dianetics. Il titolo originale del libro era “Dianetics. La scienza moderna della salute mentale”. Oggi Dianetics compare con il sottotitolo “La forza del pensiero sul corpo”. Il cambiamento è avvenuto alla fine degli anni ottanta, quando, nel nostro Paese, l’organizzazione di Hubbard attraversava un momento difficile. Le vicende giudiziarie di Scientology erano iniziate nel 1979 e si sono concluse solo nel 2000. Il 3 ottobre 1988, il Giudice Istruttore del Tribunale di Milano aveva disposto il rinvio a giudizio di numerosi adepti dell'istituzione. Dopo l’intervento della Cassazione, che ha definito Scientology una religione, la Corte d’Appello di Milano ha assolto gli imputati oppure li ha condannati per reati minori rispetto al reato di truffa. La decisione dei giudici è stata quella di “insussistenza di un sodalizio criminale fra gli odierni imputati”.
Nonostante siano passati più di 50 anni dalla sua pubblicazione, Dianetics è ancora facilmente reperibile non solo presso le sedi della organizzazione, ma anche nelle librerie e nelle edicole. Talvolta è proprio la lettura di Dianetics il primo passo verso un avvicinamento all’organizzazione di Hubbard.
Gli anni della pubblicazione di Dianetics sono gli anni 50, quelli della guerra fredda e del maccartismo, dell’odio verso il comunismo e della persecuzione contro chiunque fosse sospettato di collaborare col nemico “rosso”. La civilissima america conduceva in quegli anni una vera e propria caccia alle streghe trascinando in tribunale anche personaggi famosi e insospettabili accusati di fornire informazioni riservate all’avversario. La guerra dei blocchi contribuiva a disumanizzare l’avversario e a condannare chiunque ne condividesse, anche in parte, le idee.

 

Il mondo di Hubbard

Il mondo descritto da Hubbard in Dianetics è diviso in due grandi blocchi: i clear (le persone razionali e ben adattate) e gli aberrati (le persone irrazionali e con problemi di salute mentale).Lo scopo della sua “scienza”, cioè di Dianetics, è quello di trasformare tutti gli uomini che sono aberrati in clear. Ma che cosa si intende per “scienza”? Secondo l’accezione di Hubbard Dianetics è una scienza semplicemente perché funziona e non ha bisogno di ipotesi che la fondino. Esaminiamo ora alcuni capisaldi di Dianetics che, secondo la spiegazione tratta dai testi ufficiali dell’ organizzazione, significa “attraverso” (in greco “dia”) l’anima (in greco “nous”).

1) La sopravvivenza e le dinamiche

Secondo Hubbard la spinta fondamentale che regola l’esistenza umana è la sopravvivenza. Mentre i successi innalzano il potenziale di sopravvivenza, i fallimenti lo abbassano. Secondo gli assiomi fondamentali di Dianetics il “principio dinamico” della sopravvivenza si suddivide in quattro dinamiche. La prima riguarda la sopravvivenza dell’individuo, la seconda riguarda la sopravvivenza tramite la procreazione, la terza si riferisce alla sopravvivenza del gruppo e la quarta riguarda la sopravvivenza di tutto il genere umano. Le dinamiche e l’intelligenza vengono inibite dagli engram che forniscono alla mente analitica dati falsi. La mente analitica è quella parte della mente che percepisce e conserva i dati per risolvere i problemi, la mente reattiva invece archivia e conserva il dolore e le emozioni dolorose. Le ripercussioni a livello fisico si verificano grazie alla mente somatica che viene diretta di volta in volta o dalla mente analitica o da quella reattiva.

2) L’ engram

Hubbard ha elaborato una teoria curiosa secondo la quale parlare a qualcuno mentre è incosciente o semiaddormentato o stordito, significa creargli degli engram. Questo termine indica una registrazione dettagliata di qualsiasi percezione presente in un momento di incoscienza parziale o totale del soggetto. Per fare un esempio dell’ applicazione di questa teoria alla vita quotidiana basti dire che Hubbard consiglia ai genitori dei bambini malati o feriti di curarli senza mai parlare loro perchè questo potrebbe causare degli engram. I genitori sono una delle cause delle aberrazioni dei figli anche perché possono contagiarli con i propri engram. Hubbard afferma addirittura l' esistenza degli engram prenatali poichè non solo il feto, ma anche le cellule del feto registrano e la registrazione inizia ancora prima, mentre il preclear era uno spermatozoo. Un altro elemento che contribuirebbe a creare engram nel bambino sarebbero gli atti sessuali compiuti durante la gravidanza che gli provocherebbero disagi e dolore.Secondo Hubbard, inoltre, i bambini che sono stati vittime di tentati aborti e che sono sopravvissuti saranno individui aberrati e vivranno pieni di malattie e di angosce. Egli afferma che gran parte dei bambini deboli di mente sarebbero tali per il fatto di aver subito la violenza di un tentato aborto. L’unico modo per mettere fine a questa dolorosa situazione è rendere clear il bambino affetto da engram subito dopo gli otto anni.

3) Il clear e l’aberrato

In Dianetics l’uomo e la donna "clear" vengono descritti in modo entusiastico: sono individui razionali, particolarmente intelligenti e felici, che agiscono fondandosi sempre su dati certi. Questo benessere totale deriva dall’ essere stati liberati da quella che è la causa di tutti i mali dell’uomo: l' engram, che, oltre a predisporre agli incidenti, è responsabile delle psicosi, nevrosi, malattie psicosomatiche, ma anche del comune raffreddore.Nelle donne incinte causa le nausee e rende difficile il parto.
Alla descrizione del clear si contrappone quella del povero aberrato, una persona affetta dagli engram, che non ha il controllo sulle sue azioni, non può vivere in modo soddisfacente una vita di coppia, e sarebbe meglio che non si sposasse e non procreasse. L’aberrato è sempre affetto da malattie psicosomatiche: tra queste viene inclusa la perversione sessuale (che si manifesta in diverse forme, tra cui l’omosessualità e il lesbismo), che, secondo Hubbard, lo rende pericoloso per la società, anche se non è colpevole della sua condizione. La soluzione è sempre la stessa: liberare il “pervertito” dei suoi engram grazie alla “scienza” di Dianetics.

4) La terapia

Liberare l’aberrato dagli engram significa sottoporlo ad auditing. Audire (ascoltare e fare dei calcoli) è compito dell'auditor addestrato, che deve applicare le procedure Dianetics al fine di rintracciare gli engram e portarli alla coscienza del paziente. Una volta individuato l'evento che ha causato l'engram la persona dovrà ripeterne il racconto diverse volte fino a scaricarne del tutto la negatività e ad annullare anche il dolore ad esso connesso. Un aiuto "tecnologico" per l'auditor, escogitato da Hubbard nell'anno successivo alla pubblicazione di Dianetics, è l'e-meter, un elettropsicometro che misurerebbe le reazioni emotive del paziente e quindi aiuterebbe ad individuare le aree di sofferenza. La sofferenza umana, secondo Hubbard, non risiede nelle azioni del soggetto, ma in quelle degli altri che lo hanno in qualche misura “danneggiato”. I genitori, per esempio, non dovrebbero mai ostacolare i propri figli ma lasciarli liberi di sottoporsi alla terapia. In particolare le mamme possono creare molti problemi all'auditor durante la terapia. Esse temono che il loro figlio rievochi episodi passati (anche prenatali) dai quali verrebbe a conoscenza di tradimenti o tentati aborti rimossi o inconfessati. C'è da chiedersi cosa provocherebbe questa convinzione, così chiaramente espressa da Hubbard, in un giovane che vi aderisse completamente e quali potrebbero essere le sue reazioni di fronte a una eventuale disapprovazione manifestata dai genitori verso la “terapia” appena iniziata...

Ma ci sono molte altre domande che la lettura di Dianetics può suscitare in un lettore appena attento. Per esempio: se gli aberrati sono tutte le persone che non si sono sottoposte all’auditing, o perchè non sanno neanche che esiste o perché non condividono le idee di Hubbard, allora tutti costoro sono “malati di mente”? Se fosse così coloro che condividono le idee di Hubbard non potrebbero essere indotti a “disprezzare” chiunque non sia stato “chiarito” compresi familiari e amici? Domande, queste, alle quali se ne aggiungeranno altre, con l'esame dell'ultima parte di Dianetics e l'evoluzione verso Scientology, la trasformazione della teoria di Hubbard da scienza della salute mentale a religione.



Tratto da "La Salette", anno 68, N. 5, settembre/ottobre 2002, p.21-22


Copyright 2002. E' vietato riprodurre l'articolo senza l'autorizzazione esplicita dell'autore


Vedi anche:La Chiesa di Scientology - Seconda Parte