Contenuto principale

Fondamentalismo indù in Asia e India: Il “Rashtriya Swayamsevak Sangh” (RSS, “Corpo nazionale dei volontari”)

RSS (fondamentalismo indù): 300mila scuole, 10 milioni di volontari, centri di addestramento, 100 milioni di simpatizzanti. Il “Terrorism Resarch Centre” lo ha inserito fra le 39 centrali del terrore nel mondo

New Delhi (Agenzia Fides)


E’ un movimento noto per numerosi atti di violenza compiuti contro cristiani e musulmani in India. Il “Rashtriya Swayamsevak Sangh” (RSS, “Corpo nazionale dei volontari”), è fra le organizzazioni fondamentaliste di matrice indù che promuovono, anche con la violenza, l’ideologia dell’hindutva (“induità”) che predica un nazionalismo all’insegna dello slogan “una nazione, una cultura, una religione”. Sono i gruppi che accusano i missionari e i cristiani di distruggere la cultura indiana, e di creare disparità economica e sociale fra gli stessi indigeni, di fare proselitismo mascherato da servizio sociale.

Proprio per la sua ideologia e per la sua storia passata e recente, l’istituto di studi americano “Terrorism Resarch Centre”, con sede in Virginia, ha inserito il RSS nella lista delle organizzazioni terroriste, insieme con altri 38 gruppi di diversa matrice ideologica esistenti nel mondo. Secondo alcuni studiosi e politologi indiani, l’RSS è organizzato gerarchicamente e diffuso capillarmente sul territorio indiano: esso gestisce in tutto il paese 300.000 fra scuole ideologiche e centri di addestramento, controlla 10 milioni di quadri e al suo livello di base conta circa 100 milioni di simpatizzanti.

L’organizzazione è stata di recente denunciata dal “Consiglio Globale dei Cristiani Indiani”, a causa della continua campagna di odio e intolleranza religiosa. I cristiani hanno ricordato il coinvolgimento di militanti del RSS nel brutale omicidio del missionario protestante australiano Graham Staines e dei suoi due figli, avvenuto nel 1999 nello stato dell’Orissa. Per uno dei responsabili dell’omicidio Dara Singh, l’Alta Corte indiana ha di recente commutato la condanna a morte in ergastolo.

La nascita del Rss risale al 1925. Nacque come avanguardia militante di un partito induista, l'Hindu Mahasabha”, creato nel 1919 da Veer Savarkar. Era promotore di un induismo ben poco religioso, ma di stampo prettamente nazionalista e razziale: secondo la sua ideologia, ciò che i veri indù hanno in comune è il sangue. E quindi l'obbligo di fare proprie la civiltà, la cultura, i riti tipici della nazione. Alcuni storici ricordano che la croce uncinata è un millenario simbolo indiano e le Ss di Hitler ebbero una certa similarità con l'Rss dell'India.

Per la dottrina dell'Rss, l'indiano che si converte a un'altra fede è un deviante che va reciso dal corpo della nazione, a meno che non si riconverta. Aggressioni contro i cristiani e mobilitazione per le riconversioni sono due facce della campagna ideologica scatenata a più riprese dal Rss.

Il Rss trova terreno fertile soprattutto tra le alte caste. Le sue aree di maggiore influenza sono il Nord e l'Ovest dell’India. La recluta dei propri affiliati si svolge soprattutto fra i giovani.


(PA) (Agenzia Fides 30/5/2005)