Contenuto principale

PANICO MORALE
Definition:

I panici morali sono stati definiti come problemi sociali socialmente costruiti caratterizzati da una reazione sproporzionata all’effettivo pericolo, sia nella rappresentazione mediatica sia nella discussione politica. I «panici morali» avrebbero la funzione di far passare per nuovi problemi sociali esistenti ormai da decenni, esagerandone la portata anche grazie alla diffusione di «statistiche folkloriche», non sostenute da dati reali.

Affermare che esiste un “allarme sette” in Italia vuol dire creare un "panico morale". Nel nostro Paese da anni sta venendo implementata da alcuni soggetti una sorta di “strategia del terrore” atta a lanciare il cosiddetto “allarme sette”, cavallo di battaglia della propaganda antisettaria.  Con l'aiuto dei  mass-media le associazioni antisette riescono a creare uno stato di allarme sociale e a influenzare chi ha il compito di affrontare l’eventuale emergenza, cioè il mondo politico. 

In realtà basterebbe fare una ricerca in rete per verificare gli innumerevoli casi di falsi allarmi diffusi da queste fonti, le accuse rivelatesi infondate contro movimenti religioso/spirituali e contro singole persone, le segnalazioni di "omicidi rituali di sette sataniche" che non hanno avuto nessun riscontro, ecc. 

Gli studiosi meglio referenziati in questo delicato settore confermano che in Italia non vi è alcun "allarme sette", e non vi era necessità di istituire una "squadra antisette". All’interno di alcuni gruppi religiosi certamente si compiono reati, come avviene in altre comunità, tuttavia le leggi vigenti sono più che sufficienti a punire gli illeciti e, inoltre,  nei gruppi religiosi non vi è un tasso di criminalità più alto rispetto al resto della società.

 

Fonti: 

- Interrogazione Parlamentare presentata dall' On. Maselli in seguito alla pubblicazione dello screditato e inattendibile Rapporto del Ministero degli Interni (febbraio 1998) denominato “Sette religiose e nuovi movimenti magici in Italia” (vedi p. 12 del documento). 

- Antonella Beccaria, Bambini di Satana, un caso giudiziario costruito sul nulla

- Chi ha paura delle minoranze religiose? La costruzione sociale di un panico morale, relazione presentata da M. Introvigne al Convegno del CESNUR tenutosi a Torino (10-12 settembre 1998). Questa relazione è stata citata in: Raffaella Di Marzio, Nuove religioni e sette. La psicologia di fronte alle nuove forme di culto, Edizioni Scientifiche Magi, Roma 2010, p.32.

- La Fabbrica del Terrore

- Giornalismo "famelico"

- Primo, non diffamare, di Luca Bauccio